LA METODOLOGIA

La Gestalt Therapy è un metodo formativo innovativo, sensibile al contesto ed in costante aggiornamento che ben si adatta ai percorsi di “formazione alla complessità” necessari per il buon vivere nella società post-moderna

  • La metodologia si fonda sulla radice umanistica, esistenziale e fenomenologica della psicologia della Gestalt.
  • Il paradigma formativo desunto dalla psicologia gestaltica è di tipo: fenomenologico, esistenzialista, olistico ed ermeneutico
  • Esso opera concretamente attraverso il lavoro di gruppo e le tecniche di produzione cooperativa considerando l’apprendimento come situ-azione e come evento globale all’interno di una prospettiva eminentemente esperienziale-attiva
  • La metodologia esperienziale promuove un apprendimento attraverso la partecipazione attiva e diretta degli allievi a situazioni ed eventi formativi appositamente programmati dal docente.

IL METODO
Simbiosofia. L’euristica della relazione

  • E’ una metodologia innovativa che si ispira all’epistemologia della complessita’ di Edgar Morin per la formazione dell’uomo e delle relazioni nel terzo millennio
  • E’ un metodo che aiuta a riflettere sui modi di pensare/sentire/essere/fare e spinge mettere in gioco diverse parti di sé (corporee, cognitive ed affettive) rendendo possibile il "savoir faire della complessità" (Bateson).

La metodologia si basa su 4 pilastri:

  1. Fenomelogia Relazionale: come l’uomo vive il rapporto con se stesso, con il mondo e con  gli altri
  2. Gestalt Psicopedagogica: concentra l’attenzione sul qui e ora, sul  campo attuale  dell’esperienza diretta e concreta
  3. Ermeneutica narrativa: come il soggetto diventa Autore della propria Storia
  4. Paradigma Metacognitivo: sviluppo del pensiero complesso (critico, creativo, valoriale, contestuale e globale)